Change language

#ENDLESSCYCLE: COME OTTENERE IL MASSIMO DAL VETRO IN CASA?

COME UNA MADRE PORTA IL VETRO NELLA SUA VITA IN FAMIGLIA

Ovunque tu sia, è probabile che stai a contatto con il vetro ogni giorno

Dalla cura della pelle, alla preparazione di un pasto sano per amici e famigliari, al relax serale con un drink dopo il lavoro. Il vetro è sano, versatile e, soprattutto, sostenibile: è l’unico materiale di imballaggio che è riciclabile all’infinito, oltre a essere riutilizzabile e ricaricabile. Quindi, come possiamo riutilizzare questo imballaggio una volta che è terminato? Sappiamo tutti che è importante portare il vetro al punto di raccolta e riciclo, ma hai mai pensato ai tanti modi in cui una bottiglia di vetro può essere riutilizzata in casa tua? Che si tratti di conservare il cibo, lavare o pulire, il vetro offre infinite possibilità per la tua casa.

Per saperne di più su come sfruttare al meglio il vetro in casa, abbiamo incontrato un’amica del vetro di lunga data, madre e narratrice, Raffaella Caso di Baby Green

Vetro

Prima dell’arrivo di una figlia che, poi, l’ha indirizzata a cambiare stile di vita, Raffaella era una milanese con poco tempo disponibile, tanto lavoro, troppi consumi e poche soddisfazioni. Ha imparato a spendere meno e meglio, a scegliere prodotti ecologici a chilometraggio zero, a mangiare biologico, a evitare gli oggetti usa e getta e a camminare di più. Ha creato Baby Green come spazio online per le famiglie eco-friendly che vogliono fare la scelta giusta per i propri figli, per l’ambiente e per il futuro del pianeta. Raffaella è orgogliosa di essere “quasi” verde – credendo che, invece di lottare per la perfezione, dovremmo avviarci tutti su strada più verde per godere di una vita migliore. Qui, ci racconta come è iniziato il suo amore per il vetro, condivide con noi tutti i suoi trucchi per portare il vetro nella vita quotidiana e ci suggerisce come fare un regalo semplice ed ecologico che sicuramente i tuoi amici e la tua famiglia adoreranno.

Ciao Raffaella, da quanto tempo sei amica del vetro?

Ho sempre amato il vetro dal punto di vista estetico, fin dalla mia infanzia. Sono cresciuto in Francia e ho bei ricordi dei sabati mattina trascorsi con la famiglia, quando portavo un barattolo di vetro al mercato locale del villaggio per farlo riempire al chiosco delle olive. Penso che sia stata quella la prima volta che mi sono innamorata del vetro. Quando sono cresciuta e ho iniziato a interessarmi a una vita più verde, ho iniziato a scoprire le sue infinite possibilità per migliorare la mia vita in piccoli modi. Il vetro non è solo infinitamente riutilizzabile e riciclabile, ma è composto da soli tre ingredienti naturali: quindi è inerte, sano e igienico. Tutto ciò ha definitivamente sigillato l’accordo con me da quando sono diventata madre di Carlotta, e da allora sono amica del vetro.

Dove ti è più utile il vetro?

Indubbiamente in cucina. Uso barattoli, contenitori e bottiglie di vetro per ogni cosa, in particolare quando si tratta di conservare ingredienti secchi e freschi. Uso molti mason jar per conservare gli ingredienti che compro sfusi: farina, riso, cereali, legumi, frutta secca e semi. La bellezza del vetro, unita ai tanti colori e forme del cibo, crea un ambiente meraviglioso in ogni cucina e ci fa sentire come a casa propria.

Vetro

Puoi darci alcuni esempi di come il vetro si inserisce nella tua vita?

La prima cosa che mi viene in mente è la preparazione dei pasti. Ogni fine settimana mi prendo un po’ di tempo per preparare le basi dei pasti per l’intera settimana. Generalmente la domenica passo un paio d’ore a cucinare legumi, verdure e gli altri piatti per i prossimi giorni. Organizzo e divido il tutto in barattoli e contenitori di vetro, e poi trasferisco una parte in frigo e un’altra in freezer. Non ci sono problemi con il congelamento del vetro, l’unica cosa a cui bisogna stare attenti è non riempire il contenitore fino al bordo. E non dimenticate: i cibi e i liquidi congelati tendono ad espandersi! Ma non è tutto. Il vetro è di grande aiuto anche quando si tratta di evitare sprechi alimentari, perché permette di conservare tutto il cibo avanzato in barattoli opportunamente chiusi con coperchi ermetici. Il cibo si mantiene buono per qualche giorno e la trasparenza del vetro permette di identificare subito cosa contiene (a differenza di tanti contenitori di plastica colorati).

Al di fuori della cucina, in quali altre situazioni utilizzi il vetro?

Oltre al riciclo, alla mia famiglia piace anche riutilizzare il vetro per il fai-da-te. Ad esempio, in bagno uso vecchi vasetti per cosmetici solidi, che acquisto sfusi e conservo in piccoli vasetti di vetro. Oppure in lavanderia, dove ho sempre con me dei vasetti per il bicarbonato, per l’acido citrico e per il detersivo per il bucato. Di solito compro il mio detersivo in pastiglie, polvere o strisce solide… Tutti i formati che si adattano molto bene in un barattolo di vetro e che aggiungono un tocco di brillantezza in più alla mia routine. Negli ultimi anni, con una figlia che ama creare, costruire, disegnare e dipingere, i barattoli di vetro sono diventati anche uno strumento di lavoro creativo per i pomeriggi passati ad esplorare insieme il nostro lato artistico. Qui il vetro si rivela molto utile sia come oggetto su cui dipingere, sia come contenitore per pennelli, matite, gomme, temperini e avanzi vari che diventano indispensabili per il riciclo e la creatività.

Puoi suggerirci un’idea originale per riutilizzare i contenitori in vetro?

Poiché il vetro è un dono della natura, mi piace l’idea che possa essere trasformato anche in un regalo per amici e parenti. Un’idea regalo davvero semplice ed economica è una miscela di cioccolata calda contenuta in un barattolo di vetro. Del resto, a chi non piace il cioccolato?! È semplice, facile e viene dal cuore. La persona a cui donerai il suo barattolo, quando si farà una confortante cioccolata calda, penserà a te!

Vetro

Che bella idea! Come lo fai?

In un frullatore, iniziate tritando finemente 90 grammi di cioccolato fondente (preferibilmente Fair Trade). Fate attenzione a non far scaldare troppo il cioccolato, altrimenti potrebbe sciogliersi. Quindi versatelo in una ciotola e aggiungete 70 grammi di cacao in polvere, 100 grammi di zucchero di canna, 15 grammi di fecola di patate e, se vi sentite festosi, 2 cucchiaini di cannella in polvere e 2 cucchiaini di zenzero in polvere. Amalgamate tutti gli ingredienti e metteteli in un bel barattolo di vetro con il coperchio ermetico. Per finire, potrebbe essere carino aggiungere un nastro per decorare il tutto.

Potete anche accompagnare il regalo con le istruzioni su come fare la cioccolata calda:

“Per una tazza di cioccolata calda, versa 3 cucchiai della miscela di cioccolata in una padella e aggiungi 150 ml di latte (a seconda del tipo che preferisci). Mescola bene per evitare che si formino grumi e fai sobbollire mescolando continuamente. Poi spegni il fuoco una volta che il cioccolato si è addensato”.

Che delizia! Non mancheremo di provarlo! Grazie per esserti unita a noi, Raffaella!

Raffaella Caso ha concentrato la sua carriera professionale sulla cultura dello sviluppo sostenibile: lavorando per diversi anni presso il Touring Club Italiano come coordinatrice dei programmi di sostenibilità, come consulente e autrice nel campo della scienza del turismo, e fondando GreenStep come società di ricerca nel turismo responsabile. Nel 2010 ha aperto il suo sito web www.babygreen.it, come guida online per le famiglie (quasi) verdi. Il sito è ormai un punto di riferimento per le famiglie ecosostenibili in Italia, e si occupa della comunicazione digitale di diverse aziende del settore green. Potete trovare Raffaella online sul suo Facebook o Instagram, oppure al mercato biologico con le shopping bag in cotone alla mano!

Vetro