Change language

Thank you for supporting glass!

The registration procedure has been completed. From now we will keep you updated with all Friends of Glass activities and achievements.

Sono convinto che l’utilizzo del vetro porti benefici a me, alla mia famiglia e all’ambiente

Clicca su una delle icone per unirti a noi:

Partecipa via email

Vorrei ricevere notizie e aggiornamenti su Friends of Glass.

(puoi cancellare la tua iscrizione in qualsiasi momento).

Iscrivendoti a Friends of Glass, accetti i nostri Termini e Condizioni d’uso

Thanks for your subscription!
Your'e almost there!

We've sent an email to your address. Please confirm this subscription by clicking on the link in the e-mail. Only one more step to go!

Sorry, but your e-mail address already exist!

Please check out your e-mail account if you already received a confirm mail for subscribing Friends of Glass.

Vino + Vetro = Sapore

Vino + Vetro = Sapore

Non c’è niente come il profumo di una bottiglia di vino appena stappata. Quel primo sorso? Anche meglio! Da secoli i produttori di vino si affidano al vetro grazie alla sua capacità di catturare e conservare il sapore di ciò che contiene. Il vetro è il modo migliore per apprezzare i nostri piatti e i nostri vini, ed è quello a cui è destinato.

Ti sei mai chiesto perché il vino in cartone non ha lo stesso sapore del vino in bottiglia? Dei ricercatori francesi della Joint Research Unit for Agropolymer Engineering and Emerging Technologies (UMR IATE) potrebbero avere la risposta. I ricercatori della UMR IATE hanno scoperto che il vino, mentre invecchia, nella plastica perde il suo sapore caratteristico e i suoi principali composti aromatici.

“E’ stato accertato che il materiale in contatto con il vino interagisce con i composti aromatici,” dice Pascale Chalier, autore capo dello studio UMR IATE. “Questi fenomeni potrebbero portare a perdite e variazioni del profilo aromatico.” Il fenomeno è conosciuto come ‘flavour scalping’ – la graduale riduzione del sapore nel tempo quando i composti aromatici entrano in interazione con il packaging.

I risultati dello studio UMR IATE riflettono i risultati di uno studio del 2009 condotto da alcuni ricercatori della Brock University (Canada) e della University of Athens (Grecia). Per oltre 18 mesi il team ha misurato il livello dei composti olfattivi di due vini in diversi tipi di packaging. Lo studio ha rivelato che il numero di composti era diminuito del 26-45% nel periodo dei  18 mesi. Le variazioni maggiori sono state osservate nei vini conservati in contenitori  Tetrapak. Livelli di perdita di aroma simili si sono osservati in vini sigillati con tappi sintetici, rispetto a quelli sigillati con tappi di sughero naturale e tappi a vite.

A differenza di altri materiali, il vetro è chimicamente inerte; non altera il sapore del contenuto, non ha reazioni rispetto al cibo o alle bevande che contiene, né cambia il livello dei composti aromatici del vino. Ecco perché le bottiglie di vetro per il vino hanno il collo assottigliato, per permettere all’aroma del vino di raccogliersi e concentrarsi in questa zona. Gli esperti ritengono che i bicchieri balloon o a forma di tulipano diano la migliore esperienza sensoriale per la degustazione del vino.

A noi di Friends of Glass interessa la tua esperienza. Noti una differenza di gusto tra il vino in bottiglia e il vino in altri tipi di packaging? Quale tipo di bicchiere aiuta a esaltare il sapore del tuo drink preferito? Perché non condividere i tuoi pensieri sulla pagina Facebook di Friends of Glass o su Twitter su @FriendsGlassIT.